MENU

Comune di Rocca di Papa

Delegazione di Rocca di Papa in Regione. Non ci saranno discariche nel nostro paese

Questa mattina si è svolta la mobilitazione dell’Amministrazione Comunale sotto la sede della Regione Lazio, per scongiurare ogni possibilità di installazione di siti di trasferenza dei rifiuti di Roma Capitale sul territorio di Rocca di Papa.

Presenti al sit-in il Vicesindaco, Veronica Cimino, insieme agli assessori e i consiglieri comunali di maggioranza, così come diversi cittadini.

La delegazione roccheggiana ha incontrato l’Assessore Regionale al Ciclo dei Rifiuti, Massimiliano Valeriani, e dal suo staff.

“Valeriani ha accolto le istanze dell’Amministrazione e ha assicurato in modo chiaro che i rifiuti di Roma rimarranno a Roma – dichiara Veronica Cimino – poiché la Capitale dovrà utilizzare siti per lo smaltimento e la trasferenza presenti sul proprio territorio. La Regione Lazio, di concerto col Ministero della Difesa, ha fornito alla Capitale l’elenco delle aree dismesse e dismissibili dal Ministero come possibili infrastrutture necessarie al ciclo di gestione dei rifiuti, rimettendone la valutazione al Comune e all’AMA esclusivamente per quelle localizzate nel perimetro della città di Roma.”

“Abbiamo chiesto alla Regione, competente in materia di rifiuti, l’individuazione di un Ambito Territoriale Ottimale (ATO) unico per Roma Capitale per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti urbani. Noi tuteliamo il nostro territorio va tutelato dal punto di vista ambientale e paesaggistico per le sue indiscutibili qualità ambientali e storiche. Rocca di Papa necessita solo di progetti di riqualificazione e di rilancio.”

“Ringrazio la Regione Lazio per la collaborazione – conclude il Vicesindaco – a garanzia della salvaguardia del territorio. Ringrazio anche tutti i partecipanti all’incontro, che con la loro presenza hanno dato un segno di forte appartenenza alla nostra realtà territoriale. Una nota di rammarico va comunque espressa per la scelta fatta dagli esponenti politici di minoranza che non partecipando non hanno messo al primo posto il bene di Rocca di Papa.”