MENU

Comune di Rocca di Papa

Bonus gas per disagio economico

 COS’È

È uno sconto applicato direttamente sulla bolletta che consente alle famiglie in condizioni di disagio economico di ottenere un risparmio sulla spesa annua sostenuta per la fornitura di gas naturale (metano) trasportato da reti di distribuzione. Non è quindi possibile richiedere il bonus per chi utilizza il gas GPL o il gas in bombola.

CHI HA DIRITTO AL BONUS

Per richiedere il bonus gas per disagio economico occorre possedere i seguenti requisiti:

  • Essere residenti nel Comune di Rocca di Papa;
  • Essere intestatari di un contratto di fornitura di gas naturale (metano)

Fermo restando il principio per cui ciascun nucleo familiare in condizioni di disagio economico può ottenere il bonus per una sola fornitura, non è più necessario che la fornitura corrisponda all’indirizzo di residenza.  

  • Possedere un’attestazione ISEE non superiore a  € 8.107,50

(solo nel caso di famiglia numerosa con 4 o più figli a carico, l’ISEE può essere superiore purché fino a € 20.000,00)

QUANTO DURA IL BONUS

Il bonus ha una validità di 12 mesi con decorrenza dal primo giorno del secondo mese successivo all’inserimento della domanda nel sistema informatico SGATE (per esempio, per una domanda inserita a febbraio 2017, l’erogazione del bonus avverrà dal 01 aprile 2017 al 31 marzo 2018).

Al termine di tale periodo, per continuare ad usufruire del bonus, il cittadino deve presentare apposita domanda di rinnovo

A QUANTO AMMONTA IL BONUS

Il bonus viene corrisposto direttamente in bolletta non in un’unica soluzione, bensì suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi di erogazione del bonus.

Il valore del bonus è differenziato per zona climatica (in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento legate alle diverse condizioni climatiche. Il Comune di Rocca di Papa appartiene alla zona climatica E), per tipologia di utilizzo (solo uso cottura cibi e acqua calda sanitaria, solo riscaldamento, oppure uso cottura cibi e acqua calda sanitaria + riscaldamento), per numero delle persone componenti la famiglia anagrafica. Gli importi per l’anno 2018 (€/anno per punto di riconsegna) sono:

Ammontare della compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna) 

2018

Zona climatica

A/B

C

D

E

F

Famiglie fino a 4 componenti

         
 

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura

32

32

32

32

32

 

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento

74

92

121

150

189

 

           

Famiglie oltre 4 componenti

 

       
 

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura

50

50

50

50

50

 

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento

103

134

175

213

273

 

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda che viene fatta per la prima volta, domanda di ammissione, può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.

Il bonus ha una durata di 12 mesi, dopodiché, se persistono le condizioni di disagio economico, per ottenere senza interruzione un nuovo bonus, il cittadino deve rinnovare la richiesta.

Per consentire la continuità di agevolazione in bolletta, la domanda di rinnovo deve essere presentata un mese prima della scadenza del bonus, cioè entro l’undicesimo dei dodici mesi di erogazione del bonus (per esempio per un bonus erogato dal 01 aprile 2017 al 31 marzo 2018, la domanda di rinnovo dovrà essere presentata entro il 28 febbraio 2018).

Si ricorda che il sistema SGATE tramite Poste Italiane usualmente invia un promemoria con la data ultima entro la quale è possibile presentare la domanda di rinnovo. In ogni caso, anche se è stata superata la data di scadenza, la domanda può essere comunque presentata, ma verrà trattata dal sistema come una nuova richiesta.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Per presentare la domanda, gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali durante gli orari di ricevimento, muniti della seguente documentazione:

  • Modulo A compilato (spuntando la casella “ammissione” o la casella” rinnovo”).

 Il bonus gas è cumulabile con il bonus energia elettrica. Pertanto la richiesta di entrambi i bonus, quando le forniture siano collocate al medesimo indirizzo, deve essere presentata congiuntamente utilizzando il modulo unico Modulo A. Modulo_A_

  • Fotocopia del documento d’identità dell’intestatario della fornitura
  • Fotocopia dell’ultima bolletta/fattura gas completa di tutte le pagine sulla quale gli operatori possano rilevare il codice PDR, la tipologia e l’indirizzo della fornitura;
  • Fotocopia attestazione ISEE in corso di validità e senza omissioni/difformità sulla quale gli operatori possano rilevare il requisito economico del valore ISEE non superiore a € 8.107,50 (fino a € 20.000,00 in caso di famiglia numerosa) e i codici fiscali dei componenti il nucleo familiare.

Si ricorda che all’atto di ricevimento della richiesta, gli operatori comunali effettuano un controllo anagrafico del nucleo familiare e verificano che il nucleo familiare contenuto nell’attestazione ISEE sia corrispondente. In caso di difformità è necessario che il cittadino richieda l’emissione di una nuova attestazione ISEE o regolarizzi la posizione anagrafica.

  • in caso di famiglia numerosa con 4 o più figli a carico, il modulo FN compilatoAllegato_FN_Famiglia_numerosa
  • in caso di delega, il modulo D compilato Allegato_D_Deleghe

Allegato__D

Una volta inserita la domanda nel sistema SGATE, verrà consegnata al cittadino una ricevuta sulla quale è riportata la data a partire dalla quale avrà inizio l’erogazione del bonus unitamente alle credenziali (ID e Password) con le quali il cittadino potrà monitorare lo stato e l’esito della sua domanda sul sistema SGATE.

COSA SUCCEDE DOPO

Quando gli operatori comunali inseriscono la domanda nel sistema SGATE, la rendono disponibile per i distributori del gas. Spetta infatti ai fornitori di energia, ovvero le società che emettono la bolletta, dare la risposta definitiva sull’ accoglimento o il rifiuto della domanda.

Se la richiesta è stata accettata, lo sconto verrà applicato direttamente in bolletta (il distributore del gas è tenuto a inserire un messaggio direttamente in bolletta nel quale comunica all’utente, oltre l’avvenuta ammissione alla compensazione, anche il dettaglio dell’importo relativo all’applicazione del bonus per tutto il periodo in cui se ne beneficia).

Se invece la domanda non è stata accettata, il cittadino riceverà apposita comunicazione dal sistema SGATE tramite Poste Italiane (si ricorda che i cittadini che intendano rivolgere un formale reclamo per il mancato ottenimento del bonus, devono rivolgersi all’ Ufficio Reclami dello Sportello del Consumatore di Energia sito in Via Guidobaldo del Monte 72 Roma, allegando al reclamo la documentazione richiesta secondo lo schema di riepilogoInformazioni utili per reclamo mancato ottenimento bonus)

Lo stato di avanzamento della propria richiesta può comunque essere verificato tramite le seguenti modalità:

  • chiamando il numero verde SGATE 800.166.654 fornendo il proprio codice fiscale o il numero identificato della richiesta
  • sul sito www.bonusenergiaanci.it nella sezione riservata al cittadino “accesso al sistema- controlla online la tua pratica” cui si accede con il proprio codice fiscale e le credenziali di accesso (ID e Password) reperibili sulla ricevuta.

 

Link esterni

Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente

Aggiornamento importi bonus elettrico e gas anno 2018

Rimozione vincolo di residenza