MENU

Comune di Rocca di Papa

Rocca di Papa. I Pratoni del Vivaro ospiteranno i Mondiali di Equitazione 2022

L’ufficialità è giunta solo poche ore fa: la Fédération Équestre Internationale (FEI, l’organismo di governo internazionale delle discipline equestri) ha stabilito che Rocca di Papa sarà una delle due città in cui si svolgerà il Campionato Mondiale di Equitazione del 2022, con le competizioni di completo e di attacchi.

“Sono davvero onorata di dare notizia di questo risultato straordinario per il nostro paese e per tutto il settore italiano degli sport equestri – dichiara il Vicesindaco Reggente, Veronica Cimino – Abbiamo dimostrato che attraverso la collaborazione è possibile raggiungere qualsiasi obiettivo, anche inizialmente può sembrare quasi impossibile. Ed è qui che il nostro Sindaco, Emanuele Crestini, ha saputo vedere oltre l’orizzonte. È riuscito a scorgere ciò che poteva tornare ad essere il Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro, ovvero il fiore all’occhiello delle location per gli sport equestri, una sede di alto livello per prestigiose competizioni. Con tenacia ha lavorato per rendere realtà quel sogno e oggi ci troviamo a festeggiare questa notizia. Per questo, il primo grande ringraziamento va a lui, senza il quale probabilmente il Centro verserebbe ancora in stato di abbandono. Gratitudine va anche dimostrata nei confronti della FISE, nella persona del Presidente Marco Di Paola, e l’Accademia Federico Caprilli, assieme ai quali stiamo portando avanti tante attività nel Centro.”

“Ospitare un evento di tale portata costituirà sicuramente un’ulteriore occasione di rilancio per Rocca di Papa e tutti i Comuni dei Castelli Romani – prosegue Cimino – ai quali si richiederà un sempre maggiore coinvolgimento, soprattutto per il comparto turistico-ricettivo, che se ben gestito potrà beneficiare di questa prestigiosa occasione.”

“Su questo fronte, si prospettano dunque altri anni di grande impegno anche per l’Amministrazione Comunale – conclude il Vicesindaco Reggente – che sono sicura saprà affrontare in modo professionale questa positiva sfida, alla quale la cittadinanza non sarà estranea. Solo insieme potremo trasformare questa bellissima occasione per il paese in un’occasione per tutti, con diffuse possibilità occupazionali ed economiche.”