MENU

Comune di Rocca di Papa

Rocca di Papa e i Castelli Romani sono “Comunità Europea dello Sport 2020”

Il sindaco Crestini: “Il nostro paese sempre più attivo su sport e turismo”

 

La scorsa settimana, Rocca di Papa e altri cinque comuni dei Castelli Romani sono stati ufficialmente riconosciuti come Comunità della Sport 2020 da parte della Segreteria Generale di ACES Europe, un’associazione internazionale con sede a Bruxelles. La città di Rocca di Papa fa parte di questa comunità, assieme a Ciampino, Frascati, Grottaferrata, Lariano e Marino. I comuni verranno insigniti del titolo il prossimo 12 novembre a Roma, nel Salone del CONI. A consegnarlo sarà il presidente del Comitato olimpico italiano, Giovanni Malagò alla presenza di tutti i sindaci facenti parte delle Comunità Sportive e delle Città dello Sport che sono state riconosciute quest’anno dall’ACES.

“Questo riconoscimento ci consentirà di sviluppare politiche sportive più ampie e sinergiche tra i comuni interessati – sostiene il delegato allo sport, Pier Paolo MontaltoFar parte di una Comunità dello Sport 2020 faciliterà la nostra capacità di ottenimento di fondi europei, da investire nella realizzazione e adeguamento di strutture sportive, così come nell’ideazione e organizzazione di eventi di questo genere. Lo sport è un elemento fondamentale nella vita di tutti noi e della società. Ci aiuta a crescere come individui e come cittadini. Per questo motivo, è importante lavorare con impegno affinché si pongano in essere le condizioni più favorevoli possibili per la diffusione e la crescita della pratica sportiva.”

“Il Comune di Rocca di Papa entra a far parte del circuito europeo dello sport. Il riconoscimento dell’ACES è sicuramente un’ottima notizia – dichiara il sindaco, Emanuele Crestini per noi, per i comuni che fanno parte della Comunità Sportiva e di tutto il resto dei Castelli Romani. Da oggi, le nostre amministrazioni avranno più strumenti e risorse per ampliare la gamma di servizi a disposizione dei cittadini. Un’opportunità importante per tutti noi e che ci impegniamo a sviluppare in un’ottica di rete territoriale.”